Ambasciata Italiana notizie

Onorificenza a Maria Sheila Cremaschi, Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia

Presso l’Ambasciata d’Italia a Madrid, l’Ambasciatore Riccardo Guariglia ha consegnato a Maria Sheila Cremaschi, brillante organizzatrice di eventi culturali, le insegne di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia. La Dottoressa Cremaschi è attualmente Vicepresidente del “Hay festival of literature and the arts”, nonché fondatrice e responsabile, dal 2006, del “Hay festival” di Segovia, una manifestazione culturale di assoluto rilievo nel panorama culturale spagnolo, nell’ambito della quale viene sempre riservato un ruolo importantissimo alla cultura italiana. Come ha sottolineato l’Ambasciatore Guariglia, “la dottoressa Cremaschi è, senza alcun dubbio, un punto di riferimento della comunità italiana in Spagna: essa ha instancabilmente contribuito a promuovere l’immagine dell’Italia, attraverso la realizzazione di molteplici progetti culturali, il cui filo conduttore è rappresentato dall’arte e dalla letteratura nelle sue molteplici espressioni, soprattutto contemporanee. La sua valida azione per promuovere l’Italia si evidenzia anche nell’attività di divulgazione che svolge lodevolmente, costruendo “ponti” tra la cultura italiana e quella spagnola”, ha concluso l’Ambasciatore.

 

“Magister Raffaello”Mostra all’Istituto Italiano Cultura

L’11ª tappa della straordinaria mostra Magister Raffaello è  all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid dal 27 ottobre 2022 al 15 gennaio 2023

Nell’undicesima tappa del suo lungo viaggio attorno al mondo, la mostra Magister Raffaello – un meraviglioso viaggio nel Rinascimento italiano arriva in Spagna, accolta per la prima volta negli spazi di un Istituto Italiano di Cultura, il prestigioso Palacio de Abrantes sede dell’IIC di Madrid, dove potrà essere visitata fino al 15 gennaio 2023. Ideata da Magister Art in occasione dei 500 anni dalla morte di Raffaello, l’esposizione è promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è organizzata per la tappa di Madrid dall’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, e con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia. “Sono sicuro che questa splendida mostra dedicata a Raffaello, nel cinquecentesimo anniversario dalla sua morte, piacerà moltissimo agli amici spagnoli e costituirà un’ulteriore importante evidenza del “rinascimento” delle relazioni italo spagnole, soprattutto nel settore culturale, in questo particolare momento storico ”, afferma l’Ambasciatore d’Italia a Madrid, Riccardo Guariglia. Immagini, narrazioni, musica e molto altro ci faranno scoprire il profondo significato delle opere del grande artista rinascimentale italiano. Un percorso di apprendimento e conoscenza per esplorare la vita e le opere di Raffaello, le botteghe, i luoghi, i maestri, l’evoluzione della sua tecnica. “Nel corso della sua vita – commenta la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid Marialuisa Pappalardo- Raffaello ha assimilato e fatto suo un concetto fondamentale del Rinascimento: l’arte, con le sue forme, rappresenta un ideale di benessere, serenità e bellezza a cui gli esseri umani da sempre aspirano.  Siamo certi che tutti i visitatori, di ogni etá, verranno rapiti dal fascino delle opere e dei luoghi di un grande artista che ha superato le frontiere del tempo e dello spazio diventando parte del patrimonio italiano e universale”. Raffaello ha vissuto e lavorato nei centri più importanti del Rinascimento italiano: Urbino, Città di Castello, Firenze e Roma.  Il Direttore Marketing e Promozione dell’ENIT, Maria Elena Rossi, aggiunge: “L’ENIT ha voluto collaborare a questo importante progetto per sottolineare l’importanza della cultura per il turismo in Italia. Grandi maestri come Raffaello hanno portato il Bel Paese in tutto il mondo. Questa mostra ci porta nella geografia e nella cultura delle città in cui Raffaello ha lasciato la sua impronta e ci invita a visitarle e a scoprirle”. La mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura si presenta al pubblico come un inedito romanzo esperienziale che si articola intorno a sei opere chiave del grande artista rinascimentale: all’interno dei sei spazi dedicati, il visitatore avrà modo di ripercorrere la storia e i luoghi dove Raffaello ha vissuto e lavorato e di conoscere il suo mondo attraverso altre opere del maestro, oltre a quelle di artisti, letterati, filosofi che nel tempo hanno interagito con il suo lavoro: attori e comparse che popolano un ideale palcoscenico teatrale trasfigurato nella mostra. Nella narrazione espositiva vengono valorizzati elementi formativi della vita del Maestro così come gli aspetti universali della comune esperienza umana, paradigma ideale per la promozione e la valorizzazione di tutta la sua carriera pittorica. Il carattere innovativo della mostra è rappresentato non solo dalla suggestiva scenografia immersiva formata  da installazioni video che pongono in evidenza le opere fondamentali di Raffaello e di alcuni suoi contemporanei, ma anche dall’agile fruizione dei contenuti della mostra disponibili in 3 lingue (italiano, inglese e spagnolo) e declinati in due percorsi distinti, uno dedicato agli adulti ed uno ai bambini, e disponibili sia tramite audioguida ma anche attraverso un’apposita app scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone. Quelli dedicati ai più piccoli sono accompagnati da testi ed illustrazioni originali di Eva Montanari, autrice e illustratrice che dal 2000 pubblica libri per bambini in tutto il mondo. Le musiche di accompagnamento alla narrazione sono di Antonio Fresa, musicista e compositore autore di premiate musiche anche per il cinema. Curata dallo storico dell’arte Claudio Strinati, con la co-curatela di Federico Strinati e il supporto di un Comitato Scientifico di respiro internazionale costituito da personalità scelte tra le punte di eccellenza nell’ambito degli studi raffaelleschi, MAGISTER RAFFAELLO. Un meraviglioso viaggio nel Rinascimento italiano è la terza mostra della collana Grandi Maestri (dopo Magister Giotto e Magister Canova) di Magister Art, PMI Innovativa e nativa digitale, leader nel settore della comunicazione, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano.   “Ogni forma d’arte è di per sé edificante –commenta Renato Saporito, Fondatore e CEO di Magister Art- e attraverso le nostre mostre ci poniamo l’obiettivo di rendere la cultura e l’arte italiana accessibili a tutti, soprattutto alle generazioni più giovani, attraverso strumenti di innovazione tecnologica e nuovi linguaggi”.