Festival del Cinema Italiano, la 4° edizione

Si è tenuta la quarta edizione del Festival del Cinema Italiano (FCI) di Malaga patrocinato dall’Ambasciata d’Italia e organizzato dal Consolato Onorario di Malaga, l’Università di Malaga e la Società Dante Alighieri. Si tratta di un appuntamento oramai irrinunciabile per l’affezionato pubblico andaluso e per gli italiani che vivono in questa regione. Per conciliare cultura e sicurezza, la manifestazione quest’anno è stata celebrata in una modalità inedita: le proiezioni sono avvenute in modo presenziale e virtuale. L’Ambasciatore italiano in Spagna, Riccardo Guariglia, è intervenuto con un video-messaggio in apertura del festival sottolineando come “la cultura, che non soffre il contagio dei virus, è bensì uno strumento che aiuta a superare periodi difficili, come quello della pandemia, e contribuisce, nel caso specifico, a sviluppare concretamente le relazioni italo-spagnole”. La programmazione del Festival ha previsto un totale di quattro lungometraggi, alcuni dei quali vincitori di importanti premi cinematografici internazionali, di quattro cortometraggi e di un workshop di tre giorni in cui sono stati affrontati temi legati alla pratica cinematografica da diverse prospettive. L’offerta del Festival di Malaga si è composta anche di diverse attività parallele: tra tutte è spiccato l’incontro con la sceneggiatrice Marina Parés, Premio Goya 2020. Il tema proposto per questa edizione è stata la famiglia, in omaggio a Ettore Scola, celebre cineasta italiano e regista del film “La famiglia” (1987), che è stato proiettato durante la rassegna.

Agustin Gómez, director
Marcello Memoli, Console Italiano
Giovanni Caprara, Presidente Dante Alighieri