Ambasciata Italiana notizie

Ambasciatore Riccardo Guariglia e Presidente Alberto Nùnez Feijòo

Visita istituzionale dell’Ambasciatore Guariglia in Galizia

L’Ambasciatore d’Italia, Riccardo Guariglia, ha svolto una visita istituzionale in Galizia, a Santiago de Compostela, assistito dal Console Onorario competente per la regione, Francesco Milani. Egli ha incontrato, in particolare, il Presidente della Giunta di Galizia, Alberto Núñez Feijoo, con cui ha discusso della presenza nella regione atlantica di una collettività italiana composta da circa 6500 residenti, molto ben radicati nel tessuto sociale imprenditoriale galiziano, nonché della possibilità di nuove collaborazioni con l’intero Sistema Italia in Spagna, in particolare nel comparto economico. Nel cordiale incontro si è discusso anche dell’evoluzione della pandemia nella regione e delle misure per farvi fronte, oltre che della situazione dei connazionali di passaggio che possono risultare contagiati.
Presso il Palazzo Raxoi, sede del Comune, l’Ambasciatore ha quindi fatto visita al Sindaco di Santiago, Xosé Antonio Sánchez Bugallo: nel corso dell’incontro sono stati esaminati i rapporti bilaterali in tutti i settori, con particolare riguardo alla cultura e al turismo. L’Ambasciatore ha espresso apprezzamento per come i pellegrini italiani, che rappresentano il maggior numero fra i pellegrini che giungono nella città, siano bene accolti dalle strutture locali. L’Ambasciatore Guariglia si è quindi incontrato con Antonio López Díaz, Rettore dell’Università di Santiago, un prestigioso ateneo che da molti anni è la meta favorita di numerosi studenti Erasmus provenienti dall’Italia, e ove da parecchio tempo è attiva una cattedra di filologia italiana. Egli ha altresì avuto un incontro di cortesia con il Vescovo di Santiago de Compostela, Mons. Julián Barrio Barrio.

Visita al Sindaco di Santiago de Compostela, Xosé Antonio Sànchez Bugallo
L’Ambasciatore visita l’Università di Santiago di Compostela
Con il Vescovo di Santiago, Mons. Juliàn Barrio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Etruscos. El amanecer de Roma”

L’Ambasciatore italiano in Spagna, Riccardo Guariglia, insieme alle autorità locali, ha inaugurato presso il Museo Archeologico di Alicante (MARQ), la mostra internazionale “Etruschi. L’alba di Roma”. La mostra, ideata dalla Fondazione MARQ e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Provincia di Pisa e Livorno, prevede l’esposizione di 150 pezzi originali provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze (MAF) e del Museo Guarnacci di Volterra unitamente ad alcuni reperti custoditi dallo stesso MARQ. L’Ambasciatore Guariglia nel suo intervento ha sottolineato come “Italia e Spagna sono accomunate da una storia ricca e antica e intrattengono un rapporto privilegiato in ambito culturale, sviluppatosi nel corso dei secoli”. La mostra, ha affermato l’Ambasciatore, “rappresenta – specialmente in un momento particolare di “rinascita” dopo i peggiori momenti della pandemia – una nuova eloquente testimonianza della volontà di sviluppare ulteriormente l’amicizia tra i nostri due Paesi e di rilanciare un dialogo quanto mai prima d’ora fecondo e vitale tra le sponde del Mediterraneo, all’insegna di una cultura condivisa”.

Ambasciatore Riccardo Guariglia e Vice Presidente Julia Parra
Un momento con la stampa
Presentazione presso l’IIC Madrid della mostra Etruscos El amanecer de Roma
L’Ambasciatore Guariglia con la Vice Presidente della Provincia di Alicante Parra e la Direttrice dell’IIC Pappalardo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il Comandante Gianfranco Bacchi

L’Ambasciatore con la Vespucci

L’Ambasciatore Riccardo Guariglia ha effettuato a Port Mahon, nell’isola di Minorca, una visita a bordo della storica Nave scuola della Marina Militare Italiana, “Amerigo Vespucci”, che ha effettuato una sosta alle Isole Baleari nell’ambito della campagna addestrativa dedicata agli Allievi della Prima classe dell’Accademia Navale di Livorno. La Nave, al comando del Capitano di Vascello Gianfranco Bacchi e con un equipaggio composto da 118 Allievi Ufficiali, rappresenta il miglior esempio delle più belle e nobili tradizioni marinare del nostro Paese. Si è trattato della prima sosta internazionale della Nave Vespucci nell’ambito della campagna addestrativa di quest’anno. L’Ambasciatore ha rivolto ai giovani cadetti un indirizzo di saluto con l’augurio di una brillante carriera a servizio del Paese, valorizzando l’importanza dei ruoli che ciascuno di essi sarà chiamato a svolgere nell’assolvimento dei propri compiti, sia in Italia che all’estero. In effetti, oltre alle nozioni nel settore marinaresco e nautico, gli Allievi apprenderanno il ruolo proprio della diplomazia navale come strumento strategico di politica estera. L’Ambasciatore ha inoltre sottolineato che “è molto significativo che la Nave Vespucci abbia scelto la Spagna per effettuare la sua prima tappa all’estero dopo il periodo più duro della pandemia, a riprova della relazione antica e vitale che lega i nostri due Paesi e a dimostrazione dell’intensità dei rapporti italo-spagnoli, fortemente rilanciati negli ultimi mesi, da ultimo a seguito della visita effettuata a Barcellona dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, lo scorso 18 giugno”. Nella stessa giornata, l’Ambasciatore – che è stato accompagnato nella sua visita a bordo dall’Addetto per la Difesa, Capitano di Vascello Simone Malvagna – ha reso omaggio, insieme a quest’ultimo e ad una rappresentanza dei cadetti e degli Ufficiali della Nave, ai 26 caduti della Regia Corazzata “Roma”, Unità della Marina Militare affondata da forze aeree nemiche il 9 settembre 1943, deponendo una corona di fiori al mausoleo loro dedicato.

Ambasciatore Guariglia a bordo della Amerigo Vespucci
L’omaggio alla Regia Corazzata Roma
La nave scuola Amerigo Vespucci nel porto di Mahon
Il saluto ai cadetti