Il Cinema Italiano in Spagna

Istituto Italiano Cultura per il 15° Festival

Si è svolta presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid la serata di gala per l’inaugurazione del 15º Festival del Cinema Italiano di Madrid, dando così inizio a una settimana all’insegna del cinema italiano. “Il Festival del Cinema Italiano di Madrid, giunto quest’anno alla quindicesima edizione, è diventato oramai un appuntamento irrinunciabile per i cinefili madrileni”, ha commentato l’ambasciatore d’Italia Riccardo Guariglia, ricordando che “l’Ambasciata promuove con convinzione questa kermesse, perché rappresenta uno dei migliori modi per far conoscere l’Italia e le sue eccellenze: in questo caso il cinema è un veicolo formidabile, perché da un film non passa solo la bravura del regista o degli attori, ma anche la lingua, la cultura e i valori di una Nazione. Uno strumento perfetto, dunque, di diplomazia culturale”. Marialuisa Pappalardo, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, ha condotto la serata: ha illustrato la programmazione, i direttori e i produttori che parteciperanno alle proiezioni (Mario Canale, direttore de I magnifici 4 della risata, Corrado Ceron, direttore di Acqua e Anice, Nicola Prosatore, direttore di Piano Piano, Andrea Pallaoro, direttore di Monica, Paolo Strippoli, direttore, e Francesco Gheghi, attore, di Piove e i produttori di La voce di Fantozzi) e i membri della giuria di questa edizione: per la sezione Documentari, Assumpta Serna (attrice), Antonio Cuadri (direttore) e Julio Vallejo Herán (giornalista); per i Cortometraggi, Neus Sanz (attrice), Néstor López (direttore e produttore) e Ruth Armas (attrice); per i Lungometraggi giudice sarà il pubblico. Fuori concorso saranno proiettati in anteprima in Spagna, in versione originale con sottotitoli in spagnolo, Nostalgia di Mario Martone, il film scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar del 2023 come miglior film internazionale, e Il ragazzo e la tigre di Brando Quilici, presentata in anteprima assoluta fuori dall’Italia. Durante l’evento è stato consegnato il Premio Speciale al Giffoni Film Festival, il festival di cinema per ragazzi che, da oltre 50 anni, “ha dato centralità ai giovani, chiedendo che l’attenzione del mondo sia rivolta alle voci meno ascoltate, riconoscendo alle nuove generazioni un ruolo fondamentale nella società e nella cultura”. “Siamo giunti a un’edizione speciale del Festival, 15 anni, ricca di novità ed entusiasmo”, ha detto Marialuisa Pappalardo, “un meraviglioso viaggio attraverso il cinema italiano con oltre 40 film in programma, tra cortometraggi, documentari e lungometraggi. 15 anni regalando al pubblico di Madrid – e da due anni anche a quello di tutto il territorio spagnolo grazie al “Festival online” – tutte le ultime novità del cinema italiano. Un impegno che, nelle ultime due edizioni del Festival, ha raggiunto anche i bambini e i giovani, il pubblico del futuro. Ed è proprio per questo motivo che abbiamo deciso di concedere il Premio della 15ª edizione del Festival, il Premio Speciale, al Giffoni Film Festival, il festival numero uno al mondo, che in oltre 50 anni di vita ha segnato la storia dello spettacolo e della cultura non solo in Italia, ma in tutto il mondo”. Come gran finale, il concerto della giovane, talentuosa e straordinaria polistrumentista, performer e compositrice pugliese Serena Brancale, fiore all’occhiello della musica nu-soul/jazz italiana, in Italia e all’estero, che ha presentato il suo ultimo progetto “Je so accussì”, interpretando canzoni inedite e rendendo omaggio a Pino Daniele, sua più grande fonte d’ispirazione, a Lucio Dalla e a Ornella Vanoni, conservando preziosamente le melodie originali ma con una nuova veste negli arrangiamenti. Il Festival del Cinema Italiano di Madrid, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura, sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia, si svolgerà sino al 30 novembre al Cine Paz e all’IIC Madrid con ingresso libero. Il programma completo e gli orari delle proiezioni sono disponibili sul sito del festival.