Camera di Commercio Italiana di Madrid: 21 ristoranti italiani in Spagna ricevono il “Marchio Ospitalità Italiana”

Camera di Commercio Italiana di Madrid         Marchio Ospitalità ItalianaSi tratta di un riconoscimento per i ristoranti italiani nel mondo che garantiscono gli standard dell’ospitalità italiana ed il rispetto di specifici requisiti di qualità, tra cui l’uso dei prodotti enogastronomici italiani DOP e DOC, l’inclusione nel menù di piatti e ricette tradizionali delle diverse regioni italiane e la presenza di elementi rappresentativi della cultura italiana. L’evento organizzato dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna si terrà il 14 aprile 2015 all’interno del Salone Inetrnazionale dei Gourmets (Madrid – IFEMA), nell’area espositiva dedicata all’enogastronomia italiana e ubicata nella connessione tra i Padiglioni 6 e 8. Saranno presenti l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Pietro Sebastiani, ed il Segretario Generale della CCIS, Giovanni Aricò. L’iniziativa fa parte del progetto “Ospitalità Italiana- Ristoranti Italiani nel Mondo”, che certifica i servizi e prodotti offerti dalle attività di ristorazione italiane nel mondo. Il Salón del Gourmets sarà lo scenario di altre importanti iniziative organizzate dalla CCIS per promuovere il settore agroalimentare in Spagna. Sono 21 i ristoranti italiani in Spagna che riceveranno la certificazione “Marchio Ospitalità Italiana”, in un evento che si terrà all’interno del quartiere fieristico di Madrid- IFEMA, il 14 aprile 2015 alle ore 12:30, nello spazio espositivo dedicato alle eccellenze della gastronomia italiana (ubicato nella connessione tra i Padiglioni 6 e 8), durante lo svolgimento della XXIX edizione del Salone Internazionale dei Gourmets. Parteciperanno all’evento l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Pietro Sebastiani, e il Segretario Generale della CCIS, Giovanni Aricò.

Il progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”

L’evento fa parte del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”, promosso dall’Unione delle Camere di Commercio Italiane- Unioncamere e Isnart (Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche) e che in Spagna è gestito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna – CCIS -. L’obiettivo del progetto, realizzato con il contributo del “Fondo Intercamerale di Intervento” di Unioncamere, è selezionare e promuovere i ristoranti italiani all’estero che garantiscono gli standard dell’ospitalità italiana, attraverso una certificazione che, dal 1997, è sinonimo di qualità dei servizi e prodotti offerti. Inoltre, il marchio è un importante strumento di promozione delle tradizioni agroalimentari delle diverse regioni italiane. Per ottenere la certificazione, i ristoranti italiani all’estero devono rispettare una serie di requisiti specifici stabiliti dai promotori del progetto. Tra questi, è da sottolineare la presenza di elementi decorativi rappresentativi della cultura italiana, un 50% di piatti e ricette tradizionali delle diverse regioni italiane nel menù; almeno il 30% di vini italiani DOP a disposizione del cliente e l’uso di olio extravergine di oliva DOP prodotto in Italia. L’iniziativa ha già ottenuto un’ampia ripercussione sui mezzi d’informazione attraverso programmi emessi dalle principali catene televisive italiane Canale 5, Rai 2 e Rai Internazionale. In linea con gli obiettivi di favorire l’interscambio commerciale tra Italia e Spagna e promuovere le eccellenze del Belpaese nel territorio iberico, la CCIS crede fermamente in questo importante progetto che rafforza la presenza della cultura enogastronomica italiana in Spagna, grazie alla collaborazione tra le principali istituzioni italiane sul territorio.

EXPO 2015 e il portale “Italian Quality Experience”

Quest’anno il progetto “Ospitalità Italiana” è associato a EXPO 2015, l’esposizione Universale che si celebrerà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. La rete dei ristoranti italiani nel mondo certificati con il Marchio Ospitalità Italiana, così come le Camere e gli enti implicati nel progetto, faranno da promotore di questo grande evento il cui slogan è “nutrire il pianeta: energia per la vita”. Durante l’evento di consegna del Marchio, verrà anche presentata la nuova piattaforma “Italian Quality Experience” per la promozione delle eccellenze agroalimentari italiane nel mondo e che è già possibile visualizzare all’indirizzo : http://www.italianqualityexperience.it/. Nell’Area Italia sarà possibile conoscere in dettaglio questo importante progetto coordinato da Unioncamere, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Sviluppata in occasione di Expo Milano 2015, la piattaforma si propone come strumento di promozione delle imprese italiane del settore agroalimentare, classificate per ubicazione geografica e tipologia di prodotti. Ad oggi sono più di 3.000 le imprese registrate nel portale (cifra che si incrementa di giorno in giorno). I loro dati sono disponibili per tutti gli operatori interessati a mettersi in contatto con produttori italiani che rappresentano l’eccelenza del settore agroalimentare nazionale. Sarà inoltre possibile localizzare le imprese che parteciperanno a Expo Milano2015, con la possibilità di contattarle per definire un’agenda di incontri durante il grande evento.

L’Italia protagonista al Salone del Gourmets

Il Salone del Gourmets farà da contorno ad altre iniziative organizzate dalla CCIS per promuovere il settore agroalimentare italiano in Spagna. All’interno dell’Area Italia verrà infatti promossa una vasta gamma di prodotti tipici e specialità regionali, tra cui i cannoli e altri dolci siciliani, l’aceto balsamico di Modena, il pregiato tartufo e altri prodotti derivati, farine di alta qualità, oltre ai prodotti più conosciuti come la pasta fresca e secca, insaccati, conserve e vini. Un ricco programma di degustazioni e show cooking permetterà di promuovere prodotti e ricette tipiche regionali, grazie alla partecipazione di rinomati chef tra cui: Alessandro Castro, responsabile in Spagna dell’Accademia Italiana della Gastronomia Storica e dell’Associazione Ristoworld, nonché Membro dell’Accademia Italiana dellaCucina; Alfredo Gelso, del Ristorante “La Norma” di Madrid; Alessio de Bona, del restaurante “Gravin” di Barcelona; Enrica Barni, dell’Accademia del Gusto de Madrid.

Lista dei 21 ristoranti italiani certificati in Spagna dalla CCIS nel 2015:

Da Bruno sul Mare – Marbella (Malaga)

Donnafugata – Madrid

Forte Pizza e cucina italiana – Madrid

Grazie Mille – Madrid

Il Basilico – Mairena del Aljarafe (Sevilla)

Il Pastaio del Vecchio Mulino – Madrid

Il Piccolo – Pontevedra

Il Popolo – Cangas de Morrazo (Pontevedra)

La Casa Pompeyana – Gijón, Asturias

La Mariposa – Churra (Murcia)

Le Cinque Lune – Valencia

L’Oca Giuliva – Sevilla

Luna Rossa – Madrid

Maccheroni & Co – Sevilla

Mare e Monti – Pontevedra

Nonsolocaffè – Madrid

Pane e Vino – Sevilla

Portofino – Nerja (Marbella)

Pulcinella – Playa de Mazagón (Huelva)

Totò e Peppino – Madrid

Trattoria Pizza, Pasta e Basta – Logroño