Ambasciata Italiana notizie

Presente al Fitur con il suo padiglione

43esima Edizione con l’Italia

Anche l’Italia è presente alla 43esima edizione della Fiera FITUR di Madrid, la più grande fiera del settore turistico in Spagna e una delle principali al mondo, con un proprio Padiglione, curato dall’ENIT, all’interno del quale partecipano le regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna e Veneto, le province di Bergamo-Brescia, Capitali Italiane della Cultura 2023, ITA Airways, Repubblica di San Marino e 19 operatori privati del turismo, per un totale di 62 aziende. L’Ambasciatore Riccardo Guariglia, assieme ad una rappresentanza dell’ENIT composta dall’Amministratore Delegato, Ivana Jelinic, e dal Consigliere del CDA di ENIT Sandro Pappalardo lo ha inaugurato stamane, con un simbolico taglio del nastro. Successivamente il Padiglione, che si sviluppa su una superficie di 400 mq, è stato visitato dal Re Filippo VI e dalla Regina Letizia. L’Ambasciatore, nell’accogliere i Sovrani, ha voluto sottolineare che “è un grandissimo onore che i Reali spagnoli abbiano scelto di visitare, fra i tantissimi Padiglioni presenti, proprio quello italiano: ciò dimostra eloquentemente quanto sia profondo il vincolo di amicizia che unisce i nostri due Paesi”. Egli ha poi messo in evidenza che “la promozione degli straordinari ed unici siti italiani, per ricchezza culturale e paesaggistica, rappresenta una attività che porta benefici a tutto il Paese”. L’Ambasciata d’Italia a Madrid ha incoraggiato con convinzione, anche nell’ambito della promozione della candidatura di Roma ad Expo 2030, la consistente partecipazione italiana alla Fiera FITUR, che svolge un importante ruolo per la piena ripresa del settore turistico, già tornato ai livelli precedenti alla pandemia. Attraverso il padiglione viene altresì data visibilità alla Ryder Cup di Roma 2023 e alle Olimpiadi invernali di Milano – Cortina 2026. La fiera sarà aperta sino al 22 gennaio.

La “Stagione” dell’Arena

Presentata all’Istituto Italiano Cultura

È stata presentata ieri a Madrid, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura, la centesima stagione lirico-sinfonica 2023 dell’Arena di Verona, alla presenza della Sovrintendente e Direttrice Artistica Cecilia Gasdia, dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna Riccardo Guariglia, dell’Amministratore delegato di ENIT Ivana Jelinic, del Consigliere di ENIT Sandro Pappalardo e della Direttrice dell’Istituto di Cultura Marialuisa Pappalardo. L’appuntamento, promosso da ENIT e patrocinato dall’Ambasciata, è stato ideato per valorizzare anche in Spagna, dinanzi ad un pubblico di giornalisti, esperti del settore e appassionati melomani, la ricca e variegata stagione dell’Arena, che quest’anno celebrerà il suo centesimo anniversario. Nel suo intervento in apertura, l’Ambasciatore Guariglia, ricordando peraltro l’analogo evento che era stato organizzato nello stesso luogo nel settembre scorso per presentare il programma del Teatro alla Scala di Milano, ha sottolineato “la rilevanza della diplomazia culturale quale strumento privilegiato del dialogo tra Italia e Spagna. Il nostro Paese è in prima linea nella promozione del proprio soft power culturale: in quest’ambito l’Arena è senza dubbio un’eccellenza italiana celebrata e riconosciuta in tutto il mondo”. L’Ambasciatore ha quindi ricordato i grandi artisti spagnoli che hanno consacrato la loro fama all’Arena, dal soprano Montserrat Caballé al tenore Placido Domingo al ballerino e coreografo Antonio Gades, tutte “illustri testimonianze del grande amore per l’arte e la cultura che da sempre caratterizza le relazioni tra Italia e Spagna e che contiamo di rafforzare ulteriormente”. Al termine della presentazione si è tenuto un concerto con giovani cantanti italiani che hanno interpretato note arie d’opera.