23 ristoranti italiani in Spagna ricevono il “Marchio Ospitalità Italiana” 2016

Logo Camera Commercio MadridSi tratta di un riconoscimento per i ristoranti italiani nel mondo che garantiscono gli standard dell’ospitalità italiana ed il rispetto di specifici requisiti di qualità, tra cui l’uso dei prodotti enogastronomici italiani DOP e DOC, l’inclusione nel menù di piatti e ricette tradizionali delle diverse regioni italiane e la presenza di elementi rappresentativi della cultura italiana. La CCIS gestisce il progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo” dal 2010, con l’obiettivo di promuovere la qualità e l’autenticità della cucina italiana in Spagna. L’evento di consegna del marchio si terrà il prossimo 4 giugno, nell’ambito dell’ottava edizione dell’evento “Passione Italia”.

Sono 23 i ristoranti italiani in Spagna che hanno ricevuto quest’anno il “Marchio Ospitalità Italiana”. Questa certificazione viene rilasciata nell’ambito del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”, promosso dall’Unione delle Camere di Commercio Italiane- Unioncamere e Isnart (Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche) e che in Spagna è gestito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna – CCIS -. L’obiettivo del progetto, realizzato con il contributo del “Fondo Intercamerale di Intervento” di Unioncamere, è selezionare e promuovere i ristoranti italiani all’estero che garantiscono gli standard dell’ospitalità italiana, attraverso una certificazione che, dal 1997, è sinonimo di qualità dei servizi e prodotti offerti. Inoltre, il marchio è un importante strumento di promozione delle tradizioni agroalimentari delle diverse regioni italiane. Per ottenere la certificazione, i ristoranti italiani all’estero devono rispettare una serie di requisiti specifici stabiliti dai promotori del progetto. Tra questi, è da sottolineare la presenza di elementi decorativi rappresentativi della cultura italiana, un 50% di piatti e ricette tradizionali delle diverse regioni italiane nel menù; almeno il 30% di vini italiani DOP a disposizione del cliente e l’uso di olio extravergine di oliva DOP prodotto in Italia. Dei 23 ristoranti italiani che hanno ricevuto il “Marchio Ospitalità Italiana” in questa annualità, 18 erano già stati certificati negli anni precedenti, mentre sono 5 le strutture che entrano a far parte per la prima volta del progetto. Circa un terzo si trova a Madrid, mentre gli altri sono localizzati in diverse province spagnole: Siviglia, Malaga, Logroño, Pontevedra, Valladolid, Gijón, Valencia, Huelva, Murcia e Alicante. L’atto ufficiale di consegna del “Marchio” si terrà il prossimo 4 giugno alle ore 18:30 nel patio della Scuola italiana di Madrid (c/ Agustín de Betancourt esq. c/ Ríos Rosas), durante la celebrazione dell’ottava edizione di “Passione Italia”, il grande evento di promozione della gastronomía e della cultura italiani che la CCIS organizza in collaborazione con le principali istituzioni italiane nella capitale spagnola.

Il portale “Italian Quality Experience”

Nell’ambito del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”, Unioncamere ha sviluppatto la piattaforma “Italian Quality Experience” per la promozione delle eccellenze agroalimentari italiane nel mondo: http://www.italianqualityexperience.it/. Questo importante progetto, presentato in occasione di Expo Milano 2015, è patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. La piattaforma si propone come strumento di promozione delle imprese italiane del settore agroalimentare, classificate per ubicazione geografica e tipologia di prodotti. Ad oggi sono quasi 5.000 le imprese registrate nel portale. I loro dati sono disponibili per tutti gli operatori interessati a mettersi in contatto con produttori italiani che rappresentano l’eccelenza del settore agroalimentare nazionale.