Il Generale Marzo e la Guardia Civil per importante collaborazione bilaterale

Direzione Generale della Guardia Civil
Il Comandante Gen. C.A. Antonio Pietro Marzo consegna alla Dottoressa Maria Gámez Gámez, Direttrice della Guardia Civil Spagnola una riproduzione in bronzo dei “Carabinieri nella tormenta”.

Il Comandante del CUFA visita il SEPRONA

Il Gen. C.A. Antonio Pietro Marzo, Comandante delle Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari Carabinieri, accompagnato dal Gen. B. Valerio Giardina, Comandante del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Transizione Ecologica e dal Col. Marco Iseglio, Ufficiale di Collegamento dell’Arma dei Carabinieri presso la Direzione Generale della Guardia Civil in Madrid,  hanno reso visita al Servizio SEPRONA, nell’ambito del già consolidato rapporto di collaborazione bilaterale con l’Arma dei Carabinieri per il contrasto alla criminalità organizzata e per la prevenzione e repressione dei crimini ambientali e la tutela delle specie protette CITES. La delegazione ha incontrato dapprima l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Dottor Riccardo Guariglia per un saluto istituzionale e successivamente la Direttrice Generale della Guardia Civil Spagnola, Dottoressa Maria Gàmez Gàmez, il Direttore Aggiunto Operativo, Gen. C.A. Pablo Salas Moreno e il Comandante del SEPRONA, Gen. Don Clemente García Barrios. Nel corso della visita, il Generale Marzo ha ringraziato per la cordiale accoglienza e per la proficua occasione che ha consentito di confrontarsi sulle tematiche di attualità che riguardano l’impegno delle due istituzioni nei propri Paesi ed in ambito europeo. Il Generale Marzo ha inoltre confermato la convinta e fattiva collaborazione negli ambiti addestrativi e investigativi, che ha portato, tra l’altro, alla guida congiunta della priorità ambientale nell’ambito della piattaforma di cooperazione internazionale EMPACT di Europol per il ciclo istituzionale 2022-2025; collaborazione che trova solida base nei valori comuni e pienamente condivisi per la salvaguardia del capitale naturale, la tutela della biodiversità e il contrasto al crimine ambientale.