Erasmus della scuola italiana

Progetto a distanza con 4 Istituti Europei

Con l’obiettivo di promuovere una cittadinanza europea attiva fin dall’adolescenza, la Scuola Statale Italiana di Madrid continua il suo percorso di collaborazione e formazione europea con progetti di cooperazione a distanza tra classi. In questo ambito, si sono svolti i primi incontri del progetto “Erasmus+ Soft Skills for a Better Life” che ha visto 19 classi della scuola primaria e secondaria di primo grado impegnate assieme ad altre 4 scuole europee: Bagheria (Italia), Vèp (Ungheria), Tecuci (Romania) e Šibenik (Croazia). Ne dà notizia l’Ambasciata italiana a Madrid, spiegando che durante la settimana gli studenti hanno presentato le loro scuole ed attività e condiviso esperienze di apprendimento in tempi di Covid. Per salutare gli alunni degli altri istituti, la Scuola di Madrid ha trasmesso il video con il coro virtuale preparato in occasione della Festa dell’Europa. “I ragazzi hanno interagito con danze e canti preparati assieme e che, nonostante la distanza, hanno contribuito a unire la comunità delle scuole partner”, ha spiegato il Dirigente Massimo Bonelli. “Attraverso l’uso dell’inglese, ma anche dell’italiano e di altri codici comunicativi come disegni, video, foto e cartoni animati, abbiamo chiesto agli studenti di cooperare con le loro controparti, in modo da sviluppare intelligenza emotiva, pensiero critico, creatività”, ha aggiunto la referente Paola Arduini. Il programma è anche un progetto eTwinning: uno spazio virtuale di condivisione, scambio ed elaborazione comune delle attività.